“Sulla denuncia alla Tradeco dei carabinieri dopo alcuni servizi di controllo e osservazione fatto in collaborazione con la polizia municipale del comune di Policoro sul dell’iter di raccolta e smaltimento rifiuti che questi sversavano rifiuti organici insieme a rifiuti speciali (plastica, materiale ferroso e da risulta) la ditta con una faccia tosta , gira il problema e con un comunicato asserisce: “la responsabilità è da ascriversi esclusivamente ai cittadini del Comune di Policoro che non effettuano o effettuano male la raccolta differenziata, in concorso con chi dovrebbe vigilare e non lo fa. Di storico in verità c’è solo il fatto che circa un mesetto fa sul web è stato pubblicato un video dove era dimostrato come si raccoglieva tutto in modo indifferenziato, e che questa operazione delle autorità confermano un fatto già ampiamente e pubblicamente denunciato. Infatti la responsabilità e solo la nostra , siamo responsabili anche perché cosi come previsto non ci consegnano le buste per la raccolta , siamo responsabili per la mancata fase di informazione e formazione che avevano garantito di svolgere per meglio formare i cittadini alla raccolta differenziata , siamo responsabili per il mancato spazzamento delle strade, siamo inoltre noi cittadini sporcaccioni responsabili se vediamo e soprattutto sentiamo la puzza anche alle 11 di mattina perchè ancora non hanno raccolto la spazzatura come dovevano , che fanno sembrare questo paese una schifezza. Che la Tradeco stia mistificando la verità è sotto gli occhi di tutti e non è accettabile. Non solo siamo sporcaccione , ma anche ignoranti visto che si permettono di correggere il sindaco giocando sulle parole rescissione in risoluzione ( rescissione significa giuridicamente : La necessità che il contratto sia commutativo, comporta che la rescissione sia ammissibile nel solo caso in cui, già nel momento della nascita del vincolo contrattuale, sia presente una sproporzione notevole fra le prestazioni dovute dalle parti.) dimostrazione della notevole cultura dei gestori della tradeco. Che dire Leone probabilmente non avrà un vocabolario forbito ma almeno ha il certificato penale pulito e sarebbe in grado in un giorno di consegnare quello antimafia , e questo per noi vale molto di più del loro VOCABOLARIO. Per quando mi riguarda , come cittadino di Policoro mi sento offeso dalle parole di questi signori , non solo perchè cerco di fare il meglio così come tanti cittadini , consapevole dell’importanza di fare la differenziata in modo corretto , pur nelle difficoltà oggettive che questi signori ci mettono , ma anche dalle sottili allusioni che fanno contro la città , da chi invece su questo piano dovrebbe stare solo zitto. ( dicono letteralmente “ C’è forse qualche altra impresa pronta per il prossimo appalto?”.) Per questo ho deciso di sporgere querela contro questi signori , a nome di tutti i cittadini di Policoro che svolgono il loro dovere con diligenza e continuano a pagare le tasse con i soldi guadagnati con il lavoro onesto e che consentono a questi signori di incassare pur avendo un servizio non all’altezza”.

(Comunicato stampa)

Annunci