Il 21 giugno scorso, senza dare alcuna pubblicità alla mia denuncia, segnalavo lo stato di degrado e di abbandono cronico di alcune aree verdi comunali, tra le quali il Parco dei Poeti (sito a ridosso di via D’Azeglio), interamente coperto da sterpaglie e rifiuti di varia natura che, oltre a determinare la non fruibilità del sito stesso ed il deperimento dei beni pubblici ivi allocati (panchine, copertura, giochi per bambini) favorisce l’accumulo di rifiuti di varia natura e soprattutto diviene habitat privilegiato di serpenti di varie specie, ripetutamente avvistati in questi giorni presso le abitazioni poste in prossimità del citato parco.
Tale situazione viene aggravata dallo stato di abbandono delle vicine aree private edificabili sulle quali non sono stati ancora eseguiti interventi edilizi, che subiscono la stessa sorte delle aree di cui sopra (per le quali il Comune avrebbe dovuto già da mesi, e non certamente oggi, far intervenire i relativi proprietari).
L’assessore all’ambiente mi “tranquillizzava” riferendomi PER ISCRITTO che gli interventi di pulizia e bonifica da me sollecitati erano già in programma proprio per il giorno dopo (ovvero per il 22 giugno), allegandomi una sorta di cronoprogramma di interventi privo, però, sia della tipologia di interventi da fare che delle relative date.
Ad oggi, purtroppo, è passato il 22 e l’intera settimana successiva ma nessun intervento è stato fatto sull’area di cui sopra (Parco dei Poeti), che – pertanto – resta in condizioni di abbandono totale, come da allegate foto.
Analoga situazione può riferirsi per altre aree verdi private tra cui, ad esempio, i giardini murati o l’area ricompresa tra il supermercato Maxifutura e le abitazioni di nuova costruzione in via Resia (solo in parte pulita dai privati), altro ricettacolo di rifiuti, ove pure – di recente – sono stati rinvenuti serpenti.
Al fine di evitare rischi per la salute pubblica, ancora una volta sollecito, stavolta necessariamente pubblicamente, gli interventi di pulizia e bonifica delle aree di cui sopra e di tutte le aree che si presentano in analoghe condizioni, rappresentando che la salute, l’igiene e l’incolumità pubblica sono valori fondamentali per una sana comunità.
Preciso infine che le attività richieste sono di facile ed immediata attuazione, e che le stesse andrebbero eseguite ripetutamente nel tempo, senza necessità di alcuna sollecitazione, in modo da assicurare standard di vita dignitosi.
Gianni Di Pierri
Policoro Futura
Annunci